Digiuno 24 ore

Rubrica dedicata a domande e risposte di tipo generale al Dott. Alexander Bertuccioli, Biologo Nutrizionista e TopTrainer FIF. Il Dott. Bertuccioli risponderà nel più breve tempo possibile compatibilmente con i suoi numerosi impegni lavorativi. SOLO I CLIENTI DI VITAMINCENTER POSSONO FARE DOMANDE QUI. Ponete domande di interesse generale, non consulenze specifiche grazie!

Moderatore: Operatore8

Digiuno 24 ore

Messaggioda roby_cop » dom ott 16, 2016 9:13 pm

Buongiorno Dottore,

Vorrei avere una sua opinione in merito all'opportunità di inserire un giorno di digiuno settimanale finalizzato alla massimizzazione delle funzioni depurative dell'organismo.

Tale pratica, nell'ambito di una dieta corretta, può essere praticata anche da sportivi e, nel caso, quali accorgimenti devono essere presi (es: consigliabile allenamento giorno precedente/successivo al digiuno?, eventuale assunzione di bevande / succhi alcalinizzanti durante le 24 ore, ecc)?

Grazie in anticipo per la sua attenzione,
Cordiali saluti
Roberto
roby_cop
 
Messaggi: 13
Iscritto il: gio lug 10, 2014 8:58 am

Re: Digiuno 24 ore

Messaggioda Dott_Bertuccioli » gio ott 20, 2016 7:33 am

Buongiorno

Per quanto riguarda gli studi sul digiuno intermittente praticato in chiave settimanale ancora i dati sono pochi, piuttosto che digiuno completo potrebbe essere interessante fare qualcosa di simile a quello che si faceva nel protocollo DANY ovvero forte riduzione calorica ed assunzione in prevalenza di verdure fibrose , meglio se crude, ricche in micronutrienti e povere dal punto di vista energetico, a mio avviso questa pratica dovrebbe essere messa in atto in condizioni di neutralità dal punto di vista metabolico, ovvero quando ho terminato il processo di recupero e supercompensazione da un allenamento, es mi alleno giovedì, (o venerdì dipende dall'entità della sollecitazione fornita) dedico venerdì e sabato al recupero con la mia alimentazione regolare e domenica fornisco questa sorta di scarico, in effetti qualcosa di simile, anche se con modalità diverse nella pratica, veniva proposto dal Dott Di Pasquale nel suo primo approccio alla dieta "Anabolica" . Per quanto riguarda succhi "alcalinizzanti" dal mio punto di vista questa definizione non è corretta, in quanto gli alimenti per il diverso tenore in nutrienti (micro e macro) possono fornire all'organismo il materiale in quantità sufficienti per lavorare con efficacia, poi saranno i sistemi tampone che sulla base dei diversi stimoli che governano l'omeostasi a bilanciare il pH in base alle necessità, si ricordi che se cerchiamo di spingere l'organismo al di fuori dei naturali processi di bilancio fisiologico l'approccio diventa praticamente farmaceutico e non nutraceutico, con tutto ciò che ne può conseguire da parte del rapporto rischi benefici, quindi non parlerei di alcalinizzazione ma di fornire sostanze utili al riequilibrio. Dal mio punto di vista, qualora l'alimentazione sia ben bilanciata no è detto che serva introdurre sostanze con questa finalità, al limite vedrei più utili integratori con effetto drenate linfatico come il melliloto o azoriduttori come la lespedeza, magari con il supporto di coleretici-colagoghi come il cardo mariano, il carciofo, la genziana , il boldo ecc.

Un caro saluto
Dott Alexander Bertuccioli
Dott_Bertuccioli
 
Messaggi: 195
Iscritto il: gio lug 10, 2014 9:07 am


Torna a "CHIUSO" Chiedi al Dott. Alexander Bertuccioli

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron